Natasha Bedingfield

Natasha Bedingfield
  • Rock
  • Spontanea ma introspettiva. C'è un momento, nella vita di ogni persona, in cui devi capire cosa vuoi [... altro]

Spontanea ma introspettiva.
C'è un momento, nella vita di ogni persona, in cui devi capire cosa vuoi fare da grande. Quando arriva il suo momento, Natasha Bedingfield è indecisa fra la musica e la psicologia. Finisce a scrivere canzoni capaci di grande profondità.
Nata da genitori neozelandesi, cresce in Gran Bretagna, incoraggiata fin da bambina a sperimentare e assecondare la propria creatività.
Siccome i genitori spingono tutti e quattro i figli a fare la stessa cosa, finisce che l'adolescente Natasha Bedingfield forma una band insieme al fratello Daniel e alla sorella più piccola Nikola. Il gruppo di famiglia suona dall'r&b al garage, passando per il drum'n'bass. Nel frattempo, Natasha continua gli studi di chitarra e piano, sperimentando anche la composizione di canzoni tutte sue.
Alla fine arriva il famoso momento in cui devi scegliere cosa fare da grande e Natasha scopre di essere indecisa fra la scuola d'arte e gli studi di psicologia. Sceglie la seconda opzione, pensando di specializzarsi nella art therapy. Non solo, però: "ero interessata alla psicologia – dirà più tardi – anche perché sapevo che mi avrebbe resa una migliore songwriter".
Dopo due anni passati a studiare la mente umana, Natasha Bedingfield decide di lasciare per concentrarsi esclusivamente sulla carriera musicale.
All'inizio passa un sacco di tempo a lavorare da sola e nello studio casalingo di un amico. Poi si presenta a Phonogenic, collegata a BMG, e li convince di essere la persona giusta su cui investire. Dopo 6 mesi di scrittura e sedute di registrazione, "Unwritten" è pronto per la pubblicazione. L'album d'esordio, anticipato dal brano "Single", rivela una forte personalità musicale, capace di fondere in uno stile personale le più diverse influenze (dal glam rock di "Silent Movie" al funk di "Single" fino all'orchestrazione di "Wild Horses"). È un grande successo: in Gran Bretagna debutta al primo posto nella chart e in due settimane è già disco di platino. Ma non è finita qui: prima della fine dell'anno, infatti, il disco di platino è diventato triplo.
La primavera 2005 la vede attraversare l'Europa in tour e iniziare a buttare giù idee per il secondo album, mentre l'anno dopo, in novembre, esce il suo primo DVD, "Live In New York City", che racchiude una delle sue performance, alcuni video e un piccolo 'making of'.
Il secondo album, "N.B.", arriva nell'aprile 2007. Registrato a Los Angeles, vede Natasha nel ruolo di co-autrice delle canzoni e co-produttrice, insieme a un team stellare che comprende Mike Elizondo (Eminem, Dr. Dre, 50 Cent), Adam Levine (Maroon 5), Greg Kurstin (Beck, Lily Allen) e Pat Leonard, collaboratore di lunga data di Madonna.
Il primo singolo estratto è "I Wanna Have Your Babies", accompagnato dal video girato da Dave Meyers (Pink, Missy Elliot, Outkast).