Nelly

Nelly
  • Urban, Rap, Pop-Rap, Party Rap
  • Il country rap viene dal Missouri. "St Louis è come una bomba a orologeria. Musicalmente parlando, qui [... altro]

Il country rap viene dal Missouri.
"St Louis è come una bomba a orologeria. Musicalmente parlando, qui nessuno ha mai raggiunto risultati concreti". Nessuno, prima che Cornell Hayens Jr aka Nelly, l'autore di questa frase, esplodesse .
Ci è voluto il suo debutto per la Universal, "Country Grammar", a cambiare lo stato delle cose. Nelly comincia la sua avventura nell'hip hop come un hobby. Cresciuto con i genitori in un quartiere malfamato, fatto di costruzioni in rovina, droghe e street gang fra i ghetti di Euclid e Albadie, inizia ad essere affascinato dall'arte del cantar storie solo nel 1993, quando si trasferisce nei sobborghi di University City con sua madre. Qui Nelly incontra un altro patito di rime di nome Kyjuan che frequenta la sua stessa high school, e con lui si mette insieme a City Spud, Murphy Lee, Ali e Jason per formare i St Lunatics. Nel 1996, con gli aiuti finanziari del loro management, il supergruppo si chiude in studio e produce il singolo a 12'' "Gimme What Ya Want" che vende ben 7 mila copie in zona e domina le airwaves, raggiungendo la vetta della stazione radiofonica hip hop più importante di St. Louis, 103 The Beat.
Dopo parecchi anni alla vana ricerca di un contratto discografico come gruppo, Nelly e i St. Lunatics decidono che è meglio per Nelly se lui continua la strada da solista. E così accade: la sua cadenza velocissima, il sound pieno di soul e una presenza da palco energetica, catturano l'attenzione della Universal che lo mette subito sotto contratto.
Nelly non è un MC qualsiasi: nasce in Texas, ma suo padre che lavora nella Air Force americana, porta la famiglia a vivere in Spagna per tre anni. Alla fine si ritrovano nel Mississippi, nella città che Nelly chiama casa, ovvero St. Louis.
Nelly, il più giovane scavezzacollo del quartiere, trascorre la maggior parte del tempo a ficcarsi nei guai con i suoi amici più grandi. Come risultato, viene trasferito a vivere con altri membri della sua famiglia e fatto circolare in varie scuole nella speranza di tenerlo lontano dalle cattive compagnie. Solo quando va a vivere a University City e si comincia a interessare al baseball, la vita di strada non sembra affascinarlo più. Nelly eccelle negli sport e riceve parecchie offerte per diventare giocatore professionista: "Pensavo davvero che sarei diventato un atleta famoso" dice.
Ma dopo aver ascoltato MC come Rakim, LL Cool J, Run DMC, Outkast, Goodie Mob e Jay-Z viene sedotto dal rap. "I rapper come Biggie e Tupac hanno portato qualcosa di diverso alla musica. Hanno attratto molto persone verso di essa". Così Nelly sceglie di prendere in mano il microfono e di portare anche St. Louis sotto i riflettori dell'hip hop.
Nasce così, nel 2000, l'album d'esordio "Country Grammar", che contiene collaborazioni con MC come Lil Wayne, The Teamsters e anche i St. Lunatics (due dei quali sono produttori del disco). Allora, cosa sarebbe questa 'grammatica country'? “St. Louis è un paese 'country' degli States: il modo in cui parliamo, ci vestiamo e agiamo è molto country” spiega Nelly. “Voglio che St. Louis si faccia notare. Vorrei mettere su la mia etichetta e far sì che altri artisti comincino a farsi conoscere. Non voglio che questa città rimanga ancora nell'ombra”. Il disco raggiunge la #1 nella Billboard Chart 200 ed è nominato ai Grammy Awards 2001: lo stesso anno si aggiudica due MTV Video Music Awards, due Source Awards e vari riconoscimenti da BET, Soul Train e World Music Awards. La ciliegina sulla torta è l'esibizione live al Superbowl del 2001 al fianco degli N'Sync.
Il 2002 è l'anno dell'affermazione a livello planetario. A gennaio Nelly – in vero stile da hip hop impresario, come il suo collega P. Diddy – lancia la sua linea di abbigliamento, la Vokal; poco dopo viene nominato per 2 Grammy (grazie a due canzoni contenute in “Country Grammar”, uscito due anni prima) e si aggiudica un American Music Award come Miglior Artista Rap.
L'uscita del secondo album completo, "Nellyville" (giugno 2002), è preceduta dalla superhit “Hot in Herre” e dal remix di “Girlfriend” degli *N Sync, che catapulta di nuovo la canzone del gruppo di Justin Timberlake nelle chart statunitensi.
Il sound di "Hot In Herre", pezzo divertente e ben costruito, è reso vincente dalla produzione dei Neptunes: il brano infatti fa incetta di premi, tra cui il riconoscimento per il Miglior Brano Rap dell'anno agli MTV Music Awards. In tutti e 5 i continenti alla fine verrà ricordato come una delle hit dell'estate del 2002.
A completare il momento d'oro del rapper di St Louis arriva un duetto con Kelly Rowland delle Destiny's Child, "Dilemma", che raggiunge in breve tempo la vetta delle charts e il gradimento su radio e televisioni.
Nel 2003 il video di "Work It" crea scandalo e viene censurato: Nelly e Justin Timberlake sono circondati da decine di conigliette completamente nude sul bordo piscina della 'playboy mansion'.
Nelly è anche un personaggio scomodo, con molti osteggiatori, come succede a tutti i big venuti dal nulla. Al pari di Ja Rule, Cee-Lo e altri, Nelly fa parte di quella cerchia di nuovi rapper sugli scudi oggi che invece non disdegnano il crossover con altri generi.
Proprio per la sua natura 'progressista' Nelly è attore di una polemica interna al mondo del rap: da una parte i senatori e i cultori del rap tradizionale, dall'altra le nuove leve che invece spingono per estendere le frontiere a un pubblico più vasto. I puristi lo accusano di farsi ammaliare dal canto delle sirene di altri palcoscenici, di altre platee che col rap c'entrano poco. In quest'ottica la sua presunzione offende più di un Mc quando sul mercato esce il brano autocelebrativo "#1" (che entra a far parte della soundtrack del film "Training Day"), in cui il rapper di St. Louis si appropria virtualmente dello scettro di re delle rime.
Una delle leggende viventi dell'hip hop, KRS One – autore anch'egli nel 1988 di "I'm Still # 1" - si scaglia apertamente contro di lui accusandolo di essere il rappresentante di un rap fasullo e invita i 'fratelli neri' a boicottare il suo album. Ma con scarso successo: Nellyville vende oltre 5 milioni di copie.
Bisogna attendere 2 anni – e cioè settembre 2004 - prima di vedere il rapper di Saint Louis alle prese con un nuovo, ambizioso progetto: "Sweatsuit" è composto da 2 cd che identificano altrettanti album dagli stili differenti. "Sweat" è caratterizzato dalle ruvide tinte hip hop mentre "Suit" è costruito secondo schemi dell'R&B e quindi molto più morbido.
A lanciare la monumentale opera ci pensa il singolo "My Place", lanciata a fine luglio in tutto il mondo, ma le hit vere o potenziali sono comunque numerose, tra cui "Na-Nana-Na," "Flap Your Wings" "Tilt Ya Head Back" "Grand Hang Out" "Playa" e "Boy".