Nightwish

Nightwish: ultimi video musicali

Nightwish - Amaranth

Video Musicali

Nightwish - Élan

Video Musicali

Nightwish - Nemo

Video Musicali

Nightwish - Amaranth

Video Musicali

Nightwish - The Islander (Long Version)

Video Musicali

Nightwish - The Islander

Video Musicali

Nightwish - Storytime

Video Musicali

Nightwish - Bye Bye Beautiful

Video Musicali

Nightwish

Finlandia: terra di aurore boreali, foreste incontaminate e leggende, ma anche terra dei Nightwish, metal band di carattere che si inserisce alla grande nel filone dei Gathering e dei Lacuna Coil (leggi genere metal con influenze gothic e voce femminile). Prima di arrivare lì, però, i Nightwish erano una band acustica.
Tutto comincia un giorno di giugno 1996, quasi mezzanotte, intorno a un falò: è in quel momento che il tastierista Tuomas Holopainen decide di mettere su un gruppo e contatta Emppo Vuorinen e Tarja Turunen. Il primo è un chitarrista, la seconda una cantante con studi lirici alle spalle. Fra ottobre e dicembre del 1996 il gruppo registra i primi brani, ma presto la vena elettrica si fa avanti e reclama attenzione: l'aggiunta del batterista Jukka Nevalainen e il passaggio alla chitarra elettrica, sanciscono il sound definitivo dei Nightwish. La prima release è una rarità: si tratta di un album in edizione limitata che raccoglie sette brani, si intitola "Angels Fall First" e vede la luce ad aprile del 1997.
Il mese successivo la band firma con la finlandese Spinefarm e torna in studio per registrare altri quattro brani. All'inizio di novembre, la nuova versione di "Angels Fall First" è ormai pronta per il lancio sul mercato e per guidare i Nightwish verso il loro primo concerto dal vivo, che si tiene il 31 dicembre 1997 a Kitee (città natale del gruppo).
Dice il proverbio: quando il ferro è caldo va battuto. L'inizio del 1998 va esattamente nella direzione opposta, soprattutto perché il servizio militare di Jukka ed Emppu costringe la band a diradare le esibizioni live. Ciononostante, l'etichetta Spinefarm fiuta il talento e decide di prolungare il contratto con i Nightwish. A dimostrazione che la pausa è forzata, in estate la formazione si arricchisce del basso di Sami Vänskä e torna in studio per lavorare sodo. Il secondo album, "Oceanborn", viene pubblicato nel dicembre 1998, raggiunge la quinta posizione nelle classifiche finlandesi e piazza il singolo "Sacrament Of Wilderness" alla prima posizione: un successo sorprendente, che fa da traino alle numerose esibizioni live che seguono e che in meno di un anno fa diventare "Oceanborn" un album d'oro.
Il disco successivo è una nuova conferma: "Wishmaster" (2000) debutta direttamente alla posizione numero 1 delle classifiche finlandesi, diventa album d'oro in sole 3 settimane e viene accolto con toni entusiasti da critica e fan. Il Wishmaster World Tour è la ciliegina sulla torta e viene ricordato dalla band come un'esperienza straordinaria (soprattutto le date in Sud America).
Quando tutto va a gonfie vele ci sono 2 possibilità: che le cose continuino o che arrivi la crisi. Nella seconda metà del 2001 i Nightwish si scontrano con la seconda ipotesi: Tuomas dichiara di voler sciogliere la band a causa dei continui contrasti interni. Per fortuna dei fan la cosa non succede, ma grosse trasformazioni avvengono comunque, perché vengono cambiati management e bassista (Sami Vänskä cede il posto a Marco Hietala). L'inizio del 2002 si apre decisamente meglio, soprattutto grazie a due cose. La prima: i lettori di molte riviste di settore continuano a sostenere la band. La seconda: "Ever Dream", il primo singolo estratto dal nuovo album, diventa d'oro in 2 giorni. Insomma, il pubblico non accusa il colpo dei cambiamenti e si prepara ad accogliere come si deve la nuova release: "Century Child" viene pubblicato a maggio del 2002 e stabilisce il nuovo record per la carriera dei Nightwish, diventando disco d'oro in Finlandia nel giro di 2 ore (entro 2 settimane è disco di platino). Successo non minore in altre parti del mondo, tanto che all'inizio del 2003 "Century Child" diventa doppio disco di platino. È un bel modo di festeggiare la nuova era dei Nightwish, nonché la nascita della figlia di Jukka e il matrimonio di Tarja.
Con queste premesse si capiscono le enormi attese che aprono il 2004, mentre la band si sottopone a estenuanti sedute di registrazione nei Phoenix Studios di Londra (stesso studio e stessa orchestra utilizzata da Howard Shore per la colonna sonora del "Signore Degli Anelli"). La release del nuovo album corrisponde anche a un cambiamento di etichetta: Nuclear Blast sostituisce Spinefarm, che però mantiene la distribuzione in patria. "Once" conferma il gradimento del pubblico, diventa nuovamente disco d'oro e fa da traino per il più grande tour mondiale nella storia dei Nightwish (150 date in tutti i continenti).