Non voglio che Clara

Non voglio che Clara

Il suono pop della nostalgia. Ma senza tristezza.
La prima testimonianza nel mondo della musica dei Non Voglio Che Clara risale al del 2000 con il demo omonimo di due pezzi, "Ancora Qui Per Te" e "Del Tutto Sicuro", ma il gruppo era già attivo da metà degli anni '90, nel dintorni di Belluno.
La formazione consolidata - Fabio De Min (voce, pianoforte, chitarra), Stefano Scariot (chitarra), Matteo Visigalli (basso) e Fabio Tesser (batteria) - pubblica nel 2003 "Caffè Cortina", un EP autoprodotto. Il gruppo si propone come un trait d'union ideale tra la musica di cantautori italiani, come Tenco e Paoli, e il sound di Pink Floyd e Eagles.
L'affinità di genere, la stessa provenienza geografica e l'amicizia che lega la band ai Northpole porta Fabio De Min a collaborare, in veste di pianista, con il cantante Paolo Beraldo e a produrre a maggio del 2003 una mini-compilation di due canzoni, "Per Chi Sei" e "L'Ultima Occasione".
Gli infaticabili Non Voglio Che Clara non smettono di lavorare e così il 2004 è un anno pieno di uscite discografiche. Partecipano con l'inedito "Le Cose Che Dici" alla compilation "Ouzel Collage 2004" (edita dalla Ouzel Records e scaricabile gratis dal sito dell'etichetta), insieme a Lo-Fi Sucks, Morose, Skoda, Kech, Milaus e tanti altri emergenti.
"Hotel Tivoli", l'esordio ufficiale dei NVCC, è composto di soli 7 pezzi, come se fosse una breve confidenza del gruppo, una sorta di biglietto da visita. Esce a settembre 2004 e riceve subito recensioni positive, per merito della sua grazia malinconica e dell'approccio moderno, senza imbarazzi, alla scuola del pop italiano anni Sessanta, quella dei Paoli, dei Tenco, dei Bindi e degli Endrigo, resuscitata e reinventata con classe. Nel CD si trovano i due brani del mini del 2003, che non aveva avuto una grande diffusione, e la cover di "L'Ultima Occasione" di Mina (già presente nel disco di Fabio con Paolo Beraldo), che viene scelta come singolo radiofonico.
Sempre nel 2004 il brano "Festa N. 4" viene inserito nella compilation "Doppelganger" edita da Aiuola (l'etichetta che produce la band), a cui partecipano anche i romani Babalot, Carpacho e Artemoltobuffa e la voce dei La Crus, Mauro Ermanno Giovanardi.
Il 12 ottobre 2010 la band pubblica il nuovo disco intitolato "Dei Cani".