Paolo Meneguzzi

Paolo Meneguzzi
  • Come sfondare all'estero quando in patria non ti conosce nessuno.Paolo Meneguzzi (all'anagrafe Pablo [... altro]

Paolo Meneguzzi dal vivo da Riccione

Come sfondare all'estero quando in patria non ti conosce nessuno.
Paolo Meneguzzi (all'anagrafe Pablo Meneguzzo) incarna la favola di un emigrante della musica che ritorna a casa. Il suo dance-pop melodico nasce quando è ancora bambino, si nutre in Sudamerica e vanta collaborazioni di tutto rispetto.
Partiamo dall'inizio: Paolo Meneguzzi nasce il 6 dicembre 1976 in una famiglia che mangia musica mattino, mezzogiorno e sera. Il nonno gli regala la prima chitarra quando ha solo 8 anni e un paio d'anni dopo è già tempo di debutto televisivo: la canzone si intitola "Con L'amico Giacomino", il conduttore è Ettore Andenna e la rete televisiva è Antenna 3.
Ma la svolta arriva nel 1994, quando Paolo partecipa a un concorso per emergenti e incontra Massimo Scolari, produttore esecutivo e talent scout. I due, insieme al produttore artistico Dino Melotti, cominciano a lavorare sodo per trasformare in un progetto originale le numerose influenze musicali care a Meneguzzi (su tutti Madonna, Battisti, Ramazzotti, e Michael Jackson, oltre a Beatles e Rolling Stones cari al padre chitarrista).
Il botto, però, non parla italiano: quasi per gioco, Paolo invia un demo al Festival di Vinha del Mar in Cile, viene invitato in rappresentanza dell'Italia (è qui nasce il suo nome d'arte dato che in America latina Pablo è un nome diffusissimo mentre Paolo è un nome tipicamente italiano) e vince grazie al brano "Aria Ario". Seguono tournée, 2 album per il mercato sudamericano e 1 milione di copie vendute nel giro di un paio d'anni (gli album sono "Por Amor" del 1997 e "Paolo" del 1998).
Nel 1998 è un VIP: invitato come guest star accanto a gente come Ricky Martin, Eros Ramazzotti e Backstreet Boys. Nel frattempo, in Italia, nessuno ne sa nulla. E allora via a mille: contratto con Ricordi nel 2000 e Festival di Sanremo nel 2001, sezione giovani, con il brano "E Io Non Ci Sto Più". Poi la vittoria nella sezione giovani di Un Disco per l'Estate con il singolo "Mi Sei Mancata" e la pubblicazione dell'album "Un Sogno Nelle Mani" (rimasto per oltre 5 mesi nella Top 30 dei più programmati dalle radio italiane).
A questo punto pausa di riflessione e lavoro sul nuovo album: il ritorno è datato ottobre 2002, quando esce il singolo "In Nome Dell'Amore", seguito poco dopo dalla hit "Verofalso" che infiamma l'estate italiana 2003 e prepara l'uscita dell'album numero 2. Paolo Meneguzzi pubblica in ottobre "Lei È", l'album attesissimo dal pubblico teen, che lo sostiene con calore tanto da regalargli il Disco D'Oro in pochissimi mesi.
Nel marzo 2004 Paolo partecipa al Festival di Sanremo con la canzone "Guardami Negli Occhi (Prego)" che si piazza al quarto posto. A marzo esce il singolo, seguito dalla riedizione di "Lei È" in cui si trovano anche il brano sanremese, una nuova versione di "Una Regola D'amore" e il remix della canzone che da il titolo al disco.
A ottobre Paolo sbarca sul mercato francese con il singolo "Au Nom De L'amour" cantato in coppia con Ophelie Cassy, ex cantante delle Diadem's. In pochissimo tempo il disco vende oltre 100.000 copie e in novembre arriva sugli scaffali dei negozi francesi "Lei è" che comprende anche 3 brani inediti cantati in versione italo-francese. L'anno successivo Paolo sale sul palco dell'Ariston con "Non Capiva Che L'amavo", primo estratto del disco "Favola" che vede le stampe a marzo. Dopo un nuovo tour e altri due pezzi che scalano in fretta le chart, Paolo diventa un personaggio virtuale del gioco The Sims 2 e con la versione spagnola dell'album del 2003 torna nella terra che per prima ha potuto apprezzare le sue doti: il Sud America.
Dopo un anno lontano dalle scene il nome di Paolo Meneguzzi torna a comparire tra i partecipanti al Festival di Sanremo con il brano "Musica".