Peter Bjorn and John

Peter Bjorn and John

Indie-pop servito fresco.
Il cantante e chitarrista Peter Morén e il tastierista Björn Yttling iniziano a suonare insieme nel 1991, ma è solo otto anni dopo, quando incontrano a Stoccolma il batterista John Eriksson, che decidono sia giunto il momento di mettere in piedi una band.
Hanno però di fronte due problemi: darsi un nome e trovare un bassista. La prima questione viene risolta nel più semplice dei modi: al posto di moniker astrusi e ridicoli decidono di farsi chiamare con il loro nomi propri, Peter, Bjorn And John. Per quanto riguarda la mancanza di un bassista, pensano che essere in tre sia già abbastanza, e sarà quindi Björn ad affiancare l'attività di bassista a quelle di tastierista.
Con un bagaglio musicale che va dal power pop degli anni '60 all'indie rock passando per la new wave anni '80, il terzetto elabora un sound molto personale, che non si affossa in uno sterile revival ma produce melodie maledettamente catchy, fresche e accattivanti.
Dopo aver battuto locali e club di Stoccolma, pubblicano un EP e un singolo in vinile a tiratura limitata ("Forbidden Chords" e "Failing And Passing") e un successivo singolo, "I Don't Know What I Want Us To Do", che anticipano l'omonimo album di debutto pubblicato nel 2002.
Accolto con entusiasmo da parte di critica e pubblico in Svezia è il trampolino di lancio del gruppo al di fuori dei confini connazionali: è infatti con il lavoro in studio successivo, "Falling Out", dato alle stampe nel 2004, che Peter, Bjorn And John fanno il botto. Recensioni entusiastiche piovono da ogni dove, catapultandoli nel pantheon della nuova scena pop-rock svedese insieme a Shout Out Louds e The Concretes.
Con l'estate 2006 arrivo il terzo disco, "Writer's Block", anticipato dal singolo "Young Folks", in cui Peter duetta con Viktoria Bergsman dei Concretes. L'album, oltre a segnare il debutto come cantanti di Bjorn e John, risente di influenze lo-fi, funky e sonorità da b-movie anni '70: non una rivoluzione, ma la mossa giusta per non diventare ripetitivi.