Piotta

Piotta

Piotta, artista ormai consolidato nel panorama musicale italiano, si distingue per aver raccolto numerosi successi di vendita e di critica tra i quali:
1999 artista rivelazione dell'anno AFI (associazione fonografici italiani);
1999 disco di platino con Comunque vada sarà un successo;
1999 intervista su Herald Tribune, The Source e Blaze, USA;
2000 disco d'oro con La mossa del giaguaro;
2000 candidato al PIM come miglior brano radiofonico con La mossa del Giaguaro;
2000 premio Titano Festival di Sanmarino come miglior artista maschile;
54° Festival di Sanremo 2004, dove oltre al brano in gara Ladro di Te, riceve i complimenti di Adriano Celentano per aver reinterpretato in chiave rap Chi non lavora non fa l'amore;
2004 disco di platino Ladro di te (ep in vendita con la rivista Tutto/Mondatori);
2004 Tommaso miglior album hip-hop premio MEI / premio Groove;
2004 intervista su Lux e Bounce, Japan;
2005 premio PWI miglior sito personale;
2006 premio Roma Videoclip Festival per il video di Non Fermateci;
2006 Premio Magic Tv promotore cultura hip hop in Italia.
Piotta è molto attivo anche sul fronte live, e grazie all'universalità della sua musica si esibisce in svariate situazioni tra le quali:
MTV Day a Bologna;
concerto del Primo Maggio in Piazza San Giovanni a Roma;
La Notte Bianca di Roma;
live a Tokyo, dopo che Supercafone diventa sigla del campionato di calcio in Giappone;
live ad Atlantic City negli USA;
live a Sarajevo per il concerto internazionale Rock No War.
I suoi interessi personali si fondono perfettamente con la sua carriera artistica, concretizzandosi nella realizzazione, come sceneggiatore e protagonista, del film II Segreto del Giaguaro, firmando parte delle colonne sonore per Torino Boys, Zora La Vampira e Il Segreto del Giaguaro. In tv firma la sigla del programma Rai Stracult, che utilizza Il Mambo del Giubileo dal 2003 ad oggi, trasmissione della quale è anche co-presentatore.
Dal cinema alla tv, passando per la radio: nel 2000 compone la sigla di One-Two One-Two, su Radio DJ, dove è anche co-presentatore con Albertino; nel 2001 conduce Eurocontanti Show su Radio2 parallelamente all'introduzione dell'Euro in Italia e alla pubblicazione del singolo Eurocontanti; il Trio Medusa lo sceglie per le sigle del programma Chiamate Roma Tri Uno Tri Uno dal 2003 ad oggi.
Per quanto riguarda la letteratura, dal 2000 al 2001 realizza una collana di libri per autori emergenti con il noto editore Castelvecchi e scrive nel 2006 il suo primo libro "Pioggia che cade, vita che scorre", edito da Fazi/Arcana.
Dal 1999 è direttore artistico della più importante manifestazione hip-hop italiana, il premio Mc Giaime che ogni anno a Roma, raccoglie il meglio del rap italiano e internazionale.
Dal 2006 è anche direttore artistico della parte hip-hop del MEI (Meeting Etichette Indipendenti) di Faenza.
Nel 2005, fonda La Grande Onda, etichetta indipendente, impegnata nella ricerca e nel lancio di nuove realtà hip-hop emergenti. Nel 2006 conta già dieci pubblicazioni, con ottimi riscontri sia dalla stampa specializzata sia da quella generalista. L'attività di produttore discografico (ha prodotto tra l'altro i primi tre album degli emergenti Cor Veleno) si integra perfettamente con il percorso artistico di Piotta.
Il suo quinto lavoro solista "Multi Culti" (Universal, uscita 26 Gennaio 2007) è un album ricco di ospiti e di contenuti, un mix di linguaggi, stili, religioni e culture, frutto dei numerosi ed intensi viaggi che Piotta ha intrapreso negli ultimi due anni. Al disco, infatti, collaborano artisti tedeschi, francesi, senegalesi, americani, israeliani e palestinesi.
Il primo singolo è "Troppo Avanti" (feat. Caparezza), brano trascinante, energico ed intelligente, che mescola l'hip hop alla giusta dose di sarcasmo che da sempre contraddistingue i due artisti. La collaborazione è impreziosita da uno spettacolare e divertentissimo video che vanta il cameo degli amici del Trio Medusa.