Prefab Sprout

Prefab Sprout: ultimi video musicali

Prefab Sprout - When Love Breaks Down

Video Musicali

Prefab Sprout - When Love Breaks Down

Video Musicali

Prefab Sprout - Looking for Atlantis

Video Musicali

Prefab Sprout - The King of Rock 'N' Roll

Video Musicali

Prefab Sprout - The King of Rock 'N' Roll

Video Musicali

Prefab Sprout - The Sound of Crying

Video Musicali

Prefab Sprout - Johnny Johnny

Video Musicali

Prefab Sprout - When Love Breaks Down

Video Musicali

Prefab Sprout

Percorrendo strade che costeggiano jazz e pop, e spiritualmente affini a band quali gli Aztec Camera e gli Style Council, i Prefab Sprout nascono a Newcastle (Inghilterra) agli inizi degli anni ottanta. Paddy McAloon (voce), il fratello Martin (basso) e Wendy Smith (voce e chitarra) incidono il loro primo album (“Swoon”) nel 1984 per la piccola label Kitchenware dopo l'iniziale autoproduzione di un bel singolo ("Lions In My Own Garden", frutto della collaborazione dei due soli McAloon).
Il loro esordio, caratterizzato da armonie vocali incastonate su un tessuto di suoni acustici e sintetizzati, accende l'interesse del noto produttore Thomas Dolby, che decide di collaborare al loro secondo album. “Steve McQueen” esce nel 1985 e, con il suo sound raffinato, riscuote attenzione un po' dappertutto (anche in Italia, dove lo stesso anno i Prefab Sprout si rendono noti partecipando al festival di Sanremo).
Nonostante la calda accoglienza da parte di pubblico e critica, la formazione non riesce a incidere un nuovo lavoro se non tre anni dopo, quando esce il meno ispirato “From Langley Park to Memphis” (che tuttavia vanta collaborazioni illustri come quella di Pete Townshend e di Stevie Wonder). Dopo la distribuzione di una collezione di inediti (“Protest Songs”, 1989), la band ritorna nel 1990 con l'eccellente “Jordan: The Comeback Album”, che esplora la fascinazione di McAloon per i fenomeni religiosi e le figure di culto come Elvis Presley.
Nonostante l'elevata qualità, l'album non ottiene grandi consensi da parte del pubblico, ciò che porta la formazione sull'orlo dello scioglimento. Sono ben sette, infatti, gli anni necessari per dare alle stampe un nuovo album, ma quasi noncuranti del tempo che passa, i Prefab Sprout ancora una volta riescono a proporre una realizzazione (“Andromeda Heights”, 1997) di ottima fattura.