Rammstein

Rammstein
  • Rock, Heavy Metal, Industrial Metal, Alternative Metal, Progressive Metal
  • Inarrestabili. L'iniziatore del fenomeno-Rammstein è Richard Z. Kruspe-Bernstein, tedesco dell'Est fuggitivo [... altro]

Sehnsucht

Inarrestabili.
L'iniziatore del fenomeno-Rammstein è Richard Z. Kruspe-Bernstein, tedesco dell'Est fuggitivo oltremuro (dove fonda gli Orgasm Death Gimmicks) e poi tornato nella cittadina natia di Schwerin. Qui nel 1993 decide di realizzare il suo sogno di romanticismo metal-horror-industriale, coinvolgendo musicisti di estrazione proletaria e operaia: i suoi coinquilini Oliver Riedel (che suona negli The Inchtabokatables) e Christoph Schneider (ex-Die Firma); l'amico Till Lindemann, un passato da quasi-olimpionico di nuoto e ora intrecciatore di ceste e batterista nei First Arsch; infine, due ex-Feeling B, Paul Landers e Christian 'Flake' Lorenz (all'inizio titubante perché convinto che si sarebbe annoiato).
Come nome scelgono quello del luogo di un disastro aereo, Ramstein, dove un'esibizione delle Frecce Tricolori si concluse nel 1988 falcidiando 69 spettatori. Con l'aggiunta di una 'm' i Rammstein sono pronti a conquistare il mondo.
Nel 1995 esce "Herzeleid", un album che fonde ritmi marziali, melodie da inno (a volte quasi da banda), riff terrificanti e sintetizzatori. Il gruppo suona di spalla a Project Pitchfork e Clawfinger, poi a fine anno si imbarca nel suo primo tour nazionale da headliner.
Il 1996 è una marcia trionfale: concerti ovunque, da quelli di supporto ai Ramones fino al memorabile 100 Years Rammstein, a cui partecipano Moby e Bobo & la Berlin Session Orchestra. A novembre iniziano i lavori per il nuovo LP, "Sehnsucht", pubblicato nel 1997 con sei copertine differenti (opera del fotografo Gottfried Helnwein), una per membro del gruppo. "Sehnsucht" riscuote un successo clamoroso: primo posto diretto nella classifica tedesca e disco di platino. E dire che intanto "Herzeleid" è ancora in classifica pure lui, doppio disco d'oro trascinato dai singoli "Engel" e "Du Hast".
I Rammstein sono un fenomeno esplosivo, un evento mai visto prima nell'area germanica, pura nitroglicerina su disco e poi pazzi piromani sul palco: i loro show incediari attirano migliaia di fan. Ma la fama si espande rapidamente in tutta Europa e anche in America, nonostante nessuno capisca una sillaba di quello che cantano (comunque storie di sesso, omicidio, perversione e romanticismo a modo loro), visto che la lingua dei Rammstein è il tedesco, nudo e crudo, senza nessuna concessione all'inglese.
Nel biennio 1998/1999 pubblicano diverse cose, dalla cover di "Stripped" dei Depeche Mode al "Live Aus Berlin" (1999), e carbonizzano i palchi di mezzo mondo a lanciafiamme spianati (letteralmente). Segnaliamo la partecipazione al Family Values Tour, insieme a Korn, Ice Cube, Limp Bizkit e Orgy (1998), e il tour in Sudamerica con i Kiss (1999). A fine anno i Rammstein iniziano le registrazioni del nuovo LP, che tra un impegno e l'altro coprono tutto il 2000 finché a Natale la nuova canzone "Links 2 3 4" compare sul sito pronta da scaricare, come regalo per i fan.
I migliori Rammstein immaginabili tornano con il singolo e video "Sonne" a febbraio 2001, con il disco "Mutter" (pazzesco, monumentale) un mese più tardi e con il singolo n.2 "Ich Will" a settembre. Parte la sessione di concerti estiva in giro per l'Europa, suggellata dalla stampa del raro "Mutter Limited Tour Edition". Si meritano anche la consacrazione cinematografica: dopo aver già incontrato il cinema nel 1997 partecipando alla colonna sonora di "Strade Perdute" di David Lynch, nel 2002 forniscono suoni a "Resident Evil", "XXX" e "La Sirène Rouge", nel 2003 a "Paura.com".
Il 2002 è scandito da altri due singoli, "Mutter" e "Feuer Frei", e dal libro di poesie "Messer", opera di Till. Nel 2003 viene pubblicato il DVD "Lichtspielhaus" e Till debutta come attore nel film televisivo "Amundsen, Der Pinguin". Inarrestabili come panzer, a luglio 2004 i Rammstein danno alle stampe il nuovo singolo "Mein Tell", che giusto per non perdere il gusto della provocazione e del macabro ha per tema la vicenda del cannibale di Rotenburg, Armin Meiwes. Poi tocca all'album intitolato "Reise Reise".