Rosana

Rosana

Rosana è una stella della musica latina.
Rosana Arbelo nasce a Lanzarote, sulle isole Canarie, nel 1963, e sin dall'infanzia in lei brucia la passione per la musica. Ma l'orizzonte di un'isola è troppo stretto per grandi sogni: a vent'anni si trasferisce a Madrid per studiare chitarra e armonia e poco dopo inizia a comporre canzoni per altri interpreti. I risultati sono ottimi, tanto che nel 1994 la sua "A Fuego Y Miel" le vale il primo premio al Festival della canzone di Benidorm. Fatalmente, calamita l'attenzione di altri artisti e di un pubblico caloroso e sempre crescente.
Rosana incide una demo con 15 canzoni – solo voce e chitarra – e la Universal Music España le offre un contratto. Da qui in avanti, la sua storia diventa un'ascesa verso le stelle. Il disco di debutto, "Lunas Rotas" (1996), riscuote un successo sorprendente: entra nella classifica di vendita spagnola al quarto posto, poi si insedia in testa e vi rimane per 14 settimane, vendendo oltre un milione di copie in patria e altre 800 mila nel resto del mondo (soprattutto in Argentina e in Italia).
Con "Lunas Rotas" Rosana fa incetta di premi prestigiosi, nazionali e non solo: dall'Ondas al Premio De La Música, dal premio Amigo all'European Platinum Award.
Anche il cinema si innamora della sua musica, tanto che la casa di produzione di Quentin Tarantino sceglie due canzoni ("El Talismán" e "Lunas Rotas") per la soundtrack di "Curdled", diretto da Red Braddock. I fan ormai sono una moltitudine appassionata e Rosana si imbarca in una tournée latina, tra Spagna e America Meridionale, che la porta a suonare più di cento date.
"Luna Nueva" esce nel 1998, interamente scritto, interpretato e prodotto da lei stessa e arricchito da alcune collaborazioni eccellenti, tra cui The Harlem Gospel Singers, Las Hijas del Sol e María Dolores Pradera. L'attesa è grande, il disco non delude e in breve ripete il successo del predecessore. Rosana parte ancora per un lungo tour, che tocca tutta l'America, dal Cile agli Stati Uniti.
Nel 2001 l'artista spagnola incide "Rosana": malinconico, intelligente, piacevole, sognatore, sensuale. Un altro capitolo della favola, a conferma di un talento sopravvissuto alla sbornia della musica latina usa e getta.