Sevendust

Sevendust

Metal con melodia.
I Sevendust nascono ad Atlanta nel 1994, formati da Lajon Witherspoon (voce), Vince Hornsby (basso), Clint Lowery (chitarra e voce - fratello di Corey degli Stuck Mojo), John Connolly (chitarra) e Morgan Rose (batteria e voce). La loro prima comparsa, sotto il nome Crawlspace (prima sono stati Rumblefish), avviene nel 1995 con il singolo "My Ruin", edito dalla label Mortal Kombat: More Kombat.
Messi sotto contratto dalla TVT attraverso Jay Jay French, ex-Twisted Sister, i cinque cambiano nome per motivi legali e si ripresentano nel 1997 con il disco omonimo, che raggiunge la vetta delle classifiche metal americane. Le radio pompano il metal potente, ma pieno di sentimento, dei Sevendust, il tour nazionale va a gonfie vele.
Poi i Sevendust gradualmente si allontanano – non solo fisicamente - dal loro epicentro, dal luogo della loro ispirazione: Atlanta. Nel 1999 registrano "Home" in Massachusetts, con ospiti speciali come Chino Moreno dei Deftones e Skin; seguono 800 date live, compreso Woodstock 1999. Due anni dopo il furibondo "Animosity" è realizzato a Orlando, in Florida.
Il ritorno alle origini diventa, in questa fase, un'esigenza inestinguibile e allora nel 2003 tutto viene fatto con il fine di recuparere la dimensione originaria della band e di dimostrare la maturità acquisita: il nuovo "Seasons" (un disco potente e onesto) è inciso ai Ruby Red Studios di Atlanta con il produttore Butch Walker, di solito all'opera su roba punk, ma all'alba dei Sevendust anche artefice dei loro primi demo. E il fuoco stavolta è veramente centrato: lo prova il singolo-fucilata "Enemy".