Stereo MC's

Stereo MC's: ultimi video musicali

Stereo MC's - What Is Soul?

Video Musicali

Stereo MC's - On 33

Video Musicali

Stereo MC's - Running

Video Musicali

Stereo MC's - We Belong In This World Together

Video Musicali

Stereo MC's - Lost In Music

Video Musicali

Stereo MC's - Creation

Video Musicali

Stereo MC's - Connected

Video Musicali

Stereo MC's

La storia degli Stereo MCs comincia a Nottingham, con i due amici Rob e Nick, compagni di scuola che nel 1987 decidono di lasciare il Midlands per trasferirsi a Londra, epicentro della multietnia, dell'eclettismo e dell'arte. Energizzati dalla vitalità dell'hip hop americano che si addentra nel Paese gli Stereos cominciano a evolversi. Insieme a Jon Baker, l'imprenditore musicale e di moda, fondano la loro etichetta, la Gee Street. Nel 1987 viene pubblicato "Move It", il loro primo singolo che gli fa guadagnare l'attenzione della Island Records. Anche se le vendite del disco e del suo follow-up "What Is Soul" sono relativamente modeste, la Island decide di far loro registrare l'album di debutto, "33 45 78". Pubblicato nel 1988, il disco vede gli Stereo MCs crescere di numero, con DJ Cesare - di origini italiane - e il batterista gallese Owen Rossitter aka Owen If. La band comincia a rendersi conto del proprio potenziale dal vivo. Con Cesare nel line-up ora gli Stereos hanno un elemento in più con cui placare i fan dell'hip hop e le loro richieste di autenticità, mentre Owen aiuta a convincere i promoter rock che hanno di fronte una band dalle ottime credenziali. Grazie alla loro serata W11 Express al Tabernacle di Notting Hill e a un tour nazionale in cui usano luci, film, sfondi e DJ, gli Stereo MCs si affermano come live act degno di nota, che riscuote il consenso della stampa indie e degli habitué più incalliti della scena dance d'avanguardia. Quando la band è pronta a lavorare al secondo LP, Cesare abbandona ma arriva la cantante Cath Coffey e il sound degli Stereos si muove di nuovo oltre i confini limitanti dell'hip hop e delle aspettative dell'audience. "Elevate My Mind", il primo singolo tratto dal secondo album del gruppo nel 1990, diventa una hit. Si dice spesso che i profeti non hanno onore in patria e il detto si trasforma in realtà: mentre gli Stereos sono impegnati a dimostrare in Gran Bretagna quanto particolare sia il loro sound, è l'America ad assaggiarlo per prima. Bizzarro ma vero, la band ottiene la prima hit Oltreoceano, nonostante lo stile particolarmente british. Non a caso l'album da cui è tratto "Elevate My Mind" - ovvero "Supernatural" - è provvisto del tipico adesivo delle release rap: Parental Advisory – Explicit Concepts. Nel 1992 esce "Connected", una summa piena di canzoni e un punto di entrata al mondo della band. La title-track, una manciata possente di funk senza un vero e proprio ritornello ma con strati di vocal a call & response e lamenti ipnotici ed echeggianti, li lascia per lungo tempo nella top 20 estiva. A distanza di anni dalla sua release, la traccia continua a imperversare nelle radio e nei club e come jingle di spot pubblicitari. Quando si parla di canzoni senza tempo... Tre altri singoli sono entrano in top 20 e l'album raggiunge la seconda posizione delle classifiche UK, restando nei quartieri alti per oltre un anno mentre la band fa concerti negli stadi di tutta Europa – primato per un gruppo pseudo-rap - con gli U2. La loro massiccia influenza combinata con il successo commerciale fa sì che la band sia riconosciuta dall'industria musicale inglese ai Brit Awards del 1994, dove sono stati candidati 'Best Band' e dove si aggiudicano il titolo per 'Best Album'. Nick e Rob prendono un periodo di pausa dalla macina del tour e riversano le loro energie in altri progetti. La loro etichetta Response Records viene messa sotto la giurisdizione della RCA per un po', ma non è un matrimonio felice. Mettono su anche una società di editoria musicale, la Spirit Songs, alla quale fanno capo i Jurassic 5 e Finley Quaye. In tutto questo non cessano di fare nuova musica, ma le cose non vanno per il meglio. Il tour di "Connected” si fa sentire e la creatività sembra essere sparita. Da connessi a disconnessi, quindi. Tempo di pensare. Buttando via ore di sessioni improduttive in vari studi di Londra, Nick e Rob tornano al basic. Comprare uno spazio abbandonato, ex-sede di un club illegale, a The Frontline – una strada di Brixton, a sud della capitale inglese - è l'elemento catalizzatore. Dopo più di un anno lo studio è terminato e i due hanno un loro spazio in cui raggrupparsi e cominciare daccapo. Realizzano un album di mix all'inizio del 2000 sull'etichetta K7. Quindi, rimboccate le maniche, tornano alle radici e danno vita a "Deep Down And Dirty": il disco esce nel maggio 2001 e dimostra che quasi dopo una decade di silenzio, gli Stereo MCs possono ancora far connettere la gente!