Tapes 'N Tapes

Tapes 'N Tapes
  • La band che viene dal freddo e che sa scaldare i cuori. L'inverno del Minnesota è lungo e difficile [... altro]

La band che viene dal freddo e che sa scaldare i cuori.
L'inverno del Minnesota è lungo e difficile e ha sfornato geni come Bob Dylan e Prince. Anche quello del 2003 non fa eccezione e diventa occasione di session casalinghe per tre amici, che stringono un patto e decidono di formare una band, di chiamarla Tapes'n Tapes e di darsi come nickname personali le parole che formano il nome del gruppo. Sono Josh Grier (detto Tape 1, voce e chitarra), Jeremy Hanson (Tapes 2, batteria), Matt Kretzman ('n, keyboard) e Shawn Neary ('n, basso). Il freddo, la desolazione invernale e la tundra infinita dei dintorni di Minneapolis stanno ala base delle intuizioni musicali della band e il nome del gruppo, anche se non sembra, un suo senso ce l'ha: riprendere hit del passato e rivisitarle attraverso i capolavori della letteratura tedesca e norvegese.
Nella primavera 2003 i quattro fratelli Tapes si spostano ancora più a nord, nell'Iron Range e passano lunghe nottate a perfezionare il loro stile. Con il ritorno della luce e del caldo, ridiscendono a Minneapolis con un sound rock definito e del materiale da organizzare in un disco. È "Tapes'n Tapes", un Ep autoprodotto che esce nel 2004. Scarti di ritmo, influenze che spaziano dalla polka al blues all'alt rock, tematiche giovanili, autoironia e nonsense: lo stile dei TNT colpisce, trascina, emoziona. Diventati mezzi fenomeni da college rock, i quattro cavalieri dell'inverno convincono la Ibid Records a produrre il loro primo album, che esce nel 2005 con il titolo di "The Loon". Per registrarlo i TNT scelgono naturalmente il periodo invernale e una capanna senza acqua corrente nei boschi del Wisconsin. L'accoglienza è ottima, sia dal punto di vista della critica (Pitchfork Media li paragona a Pixies e Pavement).
Nell'ambiente indie il loro nome fa prestoa diffondersi, specie grazie agli intensi live: i TNT suonano a fianco di Futureheads, Streets, Metric, Calvin Johnson e nel luglio 2006 debuttano in Tv ospiti del programma di David Letterman. Nel frattempo Erik Appelwick (che aveva lavorato al mixing del primo disco) sostituisce Neary al basso e i negozi vedono la re-release di "The Loon", distribuito dalla XL Recording che li aveva messi sotto contratto ad aprile. Nell'estate 2006 l'attività live si fa frenetica e li porta ad affiancare i Franz Ferdinand.
Nel 2011 la band pubblica il nuovo disco: "Ouside".