The Killers

The Killers: ultimi video musicali

Shot At The Night

Video Musicali

Here With Me

Video Musicali

Miss Atomic Bomb

Video Musicali

Christmas In L.A.

Video Musicali

Just Another Girl

Video Musicali

Tranquilize

Video Musicali

Read My Mind

Video Musicali

¡Happy Birthday Guadalupe!

Video Musicali

The Killers

Prendi un po' di new-wave, un po' di post-punk e condisci il tutto con influenze da Smiths, New Order, Oasis e Cure. Cosa ottieni? The Killers, quartetto di Las Vegas che nell'estate del 2004 getta una ventata d'aria fresca nel panorama musicale a stelle e strisce.
Brandon Flowers (voce e tastiere), David Keuning (chitarra), Mark Stoermer (basso) e Ronnie Vannucci (batteria), si incontrano per la prima volta nel 2002.
Tutto comincia con Flowers e con un annuncio su un giornale locale. Flowers è stato appena scaricato dalla sua band, i Blush Response, perché si è rifiutato di trasferirsi a Los Angeles con gli altri membri del gruppo.
Rimasto solo, gli cade l'occhio su un annuncio in un giornale locale, nel quale Keuning si presenta come chitarrista e cita gli Oasis fra le band che più lo influenzano. Caso vuole che questo sia uno dei gruppi preferiti di Flowers: i due si incontrano, si piacciono e cominciano subito a comporre quello che diventerà un singolo di culto ("Mr. Brightside").
Nello stesso periodo, in cerca di una sezione ritmica, il duo comincia a provinare batteristi e bassisti: dopo qualche fallimento ecco arrivare Ronnie Vannucci (fotografo e studente di percussioni all'Università di Las Vegas) e Mark Stoermer (bassista deciso a farla finita con il lavoro di corriere medico, alias colui che trasporta sangue, urine e altri fluidi od organi umani).
Insomma: entro la fine del 2002 i Killers sono una realtà.
Poco tempo dopo l'eco della loro musica arriva alle orecchie dell'etichetta indipendente Lizard King, che li mette sotto contratto per pubblicare "Mr. Brightside" in limited edition. È l'autunno del 2003 e la crescente fama dei Killers consente loro di partecipare all'annuale CMJ Music Marathon di New York.
Tanto rumore non poteva che condurre a un contratto con Island Records, giunto infatti poco tempo dopo: è il gradino finale verso la realizzazione del disco d'esordio. "Hot Fuss" esce a partire da giugno del 2004 e comprende, oltre al brano "Mr. Brightside", anche il singolo "Somebody Told Me", che nel corso dell'estate diventa una hit e trascina le vendite dell'album.
L'anno successivo si raccolgono i frutti del successo: i Killers vengono dichiarati miglior band dell'anno dal magazine NME, vincono due MTV Video Music Award (categorie Best New Artist e Best Rock Video per "Mr. Brightside") e guadagnano nomination di prestigio ai Grammy.
Dopo aver fatto il pieno anche di concerti e apparizioni televisive, i Killers tornano in sala d'incisione affiancati dai producer Mark Ellis (alias Flood) e Alan Moulder. L'obiettivo è preparare il disco #2 ("Sam's Town") in modo da presentarlo al pubblico a partire da fine settembre 2006, dopo il lancio dei singoli "When You Were Young" e "Bones" (il video di quest'ultimo è opera del regista Tim Burton).
"Sam's Town" esce nell'ottobre del 2006, accompagnato dalle entusiastiche parole di Brandon Flowers, 'Uno dei migliori album degli ultimi vent'anni', e da una valanga di dischi venduti, 700.000 solo nella prima settimana. La seconda prova della band di Las Vegas presenta un sound rinnovato che ricorda la musica di Bruce Springsteen e U2. Quella che i fan della prima ora denunciano come 'la svolta pop' della band porta i Killers a raggiungere un tipo di successo che solo tre anni prima sembrava impensabile e, mentre i video di "Bones" e "When We Were Young" occupano buona parte della programmazione nelle reti musicali di tutto il mondo, i Killers si imbarcano in due anni di tour mondiale. In questo periodo la band conosce la fama, scrive canzoni per il prossimo disco e si diverte a litigare con le altre stelle dello show business (indimenticabili i dissing tra Flowers, Bravery e Billie Joe Armstrong dei Green Day). Nel 2007, senza interrompere il tour, i Killers registrano altri pezzi, tra cui il brano "Tranquilize", scritto con Lou Reed. Nasce così "Sawdust", disco di inediti e rarità, che placherà l'ansia dei fan, che già reclamano il terzo disco della band. Detto fatto, la band entra in studio e nell'estate del 2008 completa le sessioni di registrazione per "Day&Age". Il disco esce nel novembre del 2008, anticipato dal video "Human", entrato in rotazione a settembre. Complici anche le critiche negative incassate con "Sam's Town", il terzo LP della band segna un ritorno a sonorità più rock, senza rinunciare agli arrangiamenti pop del precedente disco. Solo che questa volta, al posto di Springsteen, la band si è ispirata a Elton John e David Bowie.