The Offspring

The Offspring: ultimi video musicali

You're Gonna Go Far, Kid

Video Musicali

Cruising California (Bumpin' In My Trunk)

Video Musicali

Dividing By Zero/Slim Pickens Does The Right Thing And Rides The Bomb To Hell

Video Musicali

Days Go By

Video Musicali

Da Hui

Video Musicali

Defy You

Video Musicali

I Choose

Video Musicali

Million Miles Away

Video Musicali

The Offspring

Hanno spaccato il mondo del punk. Si sono venduti alle case discografiche ma le major non hanno cambiato il loro spirito eversivo e underground.
Dal 1984 gli Offspring scatenano scosse telluriche sotto i piedi dei seguaci del punk rock a cominciare dagli adolescenti della California meridionale che in quei loro primi anni passano le serate dei fine settimana a casa di Greg Kriesel, dove la madre estremamente tollerante permetteva ai Manic Subsidal (il primo nome della band) di dare vita ai loro primi live show. Oltre a Greg Kriesel di quella formazione facevano parte Dexter Holland, Jim Benton (batterista) e Doug Thompson (cantante), ben presto sostituiti dallo stesso Holland come voce e da James Lilja alla batteria.
D'altra parte i genitori di Holland speravano di vederlo un bel giorno nel camice bianco di un bravo dottore della provincia americana mentre quelli di Greg, suo compagno di corse campestri, speravano in una bella laurea in giurisprudenza. Ma i due ragazzi, che ancora non conoscevano il punk, non riuscivano proprio a immaginarsi una vita "dalle 9 alle 5 orario continuato" e tra un brano di Rodney e una lettura di Flipside e Maximum Rocknroll, tavole della legge del mondo punk californiano, si avvicinano alla musica e nel corso di un'estate imparano insieme a suonare.
Con l'ingresso nella band di Kevin 'Noodles' Wasserman, altro diplomato al Pacifica High, il più sembrava fatto. Nel senso che il nuovo arrivato aveva più di 21 anni e non c'erano più problemi per i rifornimenti di birra durante le session di prova di pezzi come "Sorority Bitch" o "Very Sarcastic". Dal 1987 cominciano a lavorare, finalmente con il nome The Offspring, alle prime 1000 copie in vinile del loro omonimo debutto, che però vede la luce solo un biennio più tardi e solo dopo aver trovato l'accordo con la Nemesis per la distribuzione di ben 2000 esemplari per giunta mal confezionati e incollati nel corso di un party a base di fiumi di birra.
La stessa dose di grinta, furore ed energia si ritrovano anche nel successivo EP del 1990 "Baghdad" (che poi non è altro che una rivisitazione di "Tehran" contenuta nel loro primo album) e soprattutto in "Ignition", l'album del 1992 che segna l'inizio della breve collaborazione con l'Epitaph di Brett Gurewitz. Dopo la tournée europea con i NOFX, il singolo nirvaniano "Come Out And Play" comincia a girare sia sulle radio commerciali che su quelle dei college USA, cavalca la mania generale per il punk californiano e apreo la strada al più clamoroso successo commerciale per un disco di punk rock prodotto per una etichetta indipendente. "Smash" esce nel 1994 e vende la bellezza di 14 milioni di copie mentre gli Offspring affrontano una tournée che alla fine vedrà una media di 150 mila spettatori per ogni data.
"Ixnay On The Hombre" esce solo a distanza di 3 anni dal successo di "Smash" e soprattutto dopo che gli Offspring hanno lasciato la label di Gurewitz (criticati tra l'altro da band come Pennywise) e firmato per la Columbia. Le polemiche su questa scelta giudicata poco in stile punk da parte di una fetta dei fan incidono necessariamente sull'album del 1997 che non riesce a bissare il successo di vendite del precedente nonostante la spinta garantita dalla major cui si erano legati.
Ma la promessa di non cambiare le loro attitudini nonostante il passaggio sotto il cielo delle major è mantenuta dalla band californiana con l'album successivo, "Americana" del 1998, che con le sue 11 milioni di copie vendute rinsalda la spaccatura con l'ala contestatrice della comunità punk anche grazie a singoli di grande presa come "Pretty Fly (For A White Guy)" e "Why Don't You Get A Job?".
E, ritrovato il feeling con la loro base, si riaccende anche il fuoco eversivo e contestatario della band che in dirittura di pubblicazione dell'album "Conspiracy Of One" nel 2000 ingaggia un braccio di ferro con la Sony per rendere disponibile l'album gratuitamente su Internet. Non che fosse una novità assoluta, dal momento che già "Pretty Fly" era stato reso disponibile sul sito della band il giorno prima dell'uscita di "Americana" attirando la bellezza di 22 milioni di contatti. Ma questa volta la Sony si oppone (anche se qualcosa ci scapperà comunque sul sito ...) e, nonostante il singolo "Original Prankster", il cui video come sempre è popolato dalle caricature dei personaggi di Los Angeles, l'album non ripete il successo del predecessore.
Nonostante la triste notizia dell'abbandono da parte di Ron Welty, il più giovane della combriccola e da ben 15 anni alla batteria degli Offspring, sostituito prima dall'ex Vandals Josh Freese e poi da Atom Willard ex Rocket From The Crypt, a dicembre del 2003 esce finalmente il nuovo album con il titolo "Splinter. Nel 2004 gli Offspring tornano in giro per il mondo con lo Splinter World Tour, che vede il gruppo suonare per la prima volta in Sudafrica, e presentare il brano "Baghdad" incluso nella compilation "The Rock Against Bush".
Il primo greatest hits della band esce nel giugno del 2005 e include anche l'inedita "Can't Repeat". Il mese successivo viene pubblicato il DVD "The Offspring's Complete Music Video Collection" che contiene tutti i video, una selezione delle performance televisive e in più l'ntervista di Dexter con l'attore che interpreta il video di "Pretty Fly (For A White Guy)".
In estate la band partecipa al Vans Warped Tour e si esibisce anche in Europa e in Giappone. A questo punto non resta che concedersi il meritato riposo che però non dura molto dato che già a novembre del 2006 il gruppo è in studio di registrazione per preparare il nuovo disco. Dietro le pelli durante le session si trova ancora una volta Josh Freese mentre per i live viene arruolato Pete Parada, già nei Saves The Day.
Ad aprile del 2008 arriva l'annuncio che il disco è pronto e il mese successivo il singolo "Hammerhead" fa la sua comparsa nelle playlist della maggiori stazioni radiofoniche. "Rise And Fall, Rage And Grace" esce a giugno e ovviamente subito dopo parte il tour mondiale promozionale.