The Smashing Pumpkins

The Smashing Pumpkins: ultimi video musicali

Solara

Video Musicali

Today

Video Musicali

Rhinocerous

Video Musicali

33

Video Musicali

Ava Adore

Video Musicali

Bullet With Butterfly Wings

Video Musicali

Stand Inside Your Love

Video Musicali

Disarm

Video Musicali

The Smashing Pumpkins

Gli Smashing Pumpkins sono l'inestimabile Zero.
Dolcezza, malinconia, furore e grinta sono gli ingredienti di un talento artistico che è prolifico come pochi e che si riassume in due parole: il cantante e compositore Billy Corgan, il vero think tank dentro la zucca degli Smashing.
Verso la fine degli anni '80 la scena musicale di Chicago, città importantissima nel panorama artistico americano, è principalmente dominata dal punk underground di gruppi come Naked Raygun, Rights Of The Accused e Big Black.
È proprio in questo contesto dal carattere estremo e turbolento che nasce il progetto Smashing Pumpkins grazie all'incontro tra il cantante Billy Corgan, James Iha, D'Arcy Wretzky ed il batterista dal passato jazz Jimmi Chamberlin. Gli Smashing rileggono le pulsioni incandescenti del punk in chiave più melodica e raffinata: provocando da una lato la sdegnata reazione dei colleghi artisti di Chicago, dall'altro la firma di un contratto con l'etichetta Caroline che gli apre le porte degli Smart Studios di Madison, dove nasce l'esordio "Gish" (1991).
Il secondo ellepì (la prova del fuoco per molti musicisti) "Siamese Dream" (1993) capitalizza una lussuosa collaborazione con Butch Vig e ottiene un buon successo di pubblico e critica, ma non è ancora un megasuccesso planetario. Che arriva col fiabesco doppio "Mellon Collie And The Infinite Sadness" (1994): è la consacrazione.
I Pumpkins fanno irruzione nell'olimpo alternative rock anni '90, colonizzando tutte le classifiche del mondo. "Mellon Collie" è un'eccezionale collisione di lacerazione & melassa: è impossibile non lasciarsi cullare dalle note contenute nel disco, dalla voce di Corgan e dalle architetture soniche dove si intrecciano chitarre elettriche, archi, tastiere e carrillon.
Nel 1996 stanno partendo al Madison Square Garden di New York le esibizioni estive, ma i quattro di Chicago devono fare i conti con due drammatici avvenimenti quasi contemporanei: il tastierista del tour Jonathan Melvoin, muore per un'overdose mentre il batterista Jimmi Chamberlin viene espulso dal gruppo per la sua compromettente tossicodipendenza. Il suo sostituto, Matt Walker, permette al gruppo di proseguire negli impegni live, e di avviarsi alla registrazione del nuovo album "Adore" che esce nel 1998 e viene accolto dai fans con un certo gelo.
Nel 2000 esce "Machina/The Machines Of God", e gli Smashing reintegrano il batterista Jimmi Chamberlin sostituendo invece D'Arcy (che viene poco tempo dopo arrestata per possesso di droga) con la ex-Hole di Courtney Love Melissa Auf der Maur. Per concludere un periodo davvero turbolento e dannoso, Billy Corgan entra in conflitto con la manager Sharon Osbourne, moglie del cantante Ozzy di sabbathiana memoria. Il frontman sta già pensando all'avventura solista: presto fonderà gli Zwan e andrà in giro a suonare la chitarra in qualche data dei New Order.
Intanto i Pumpkins sono agli sgoccioli, il frontman pensa all'avventura solista, e gira insistentemente la voce che entro il 2000 il gruppo si scioglierà. Parte a questo punto una tournée celebrativa, che culmina il 2 dicembre in un pirotecnico show-nostalgia là dove tutto era cominciato: il mitico Metro di Chicago. Ma non è l'unica sorpresa. I quattro vogliono fare uscire altri 25 pezzi esclusi dalle session di "Machina", ma la Virgin si oppone. Così nasce "Machina II: The Friends and Enemies of Modern Music", uno dei primi album interamente pubblicati su Internet. Sarebbe un ottimo inizio per una band moderna al passo coi tempi, invece è il canto del cigno.
Con la fine dell'era dei Pumpkins, non terminano le polemiche tra i componenti della band, soprattutto a causa delle esternazioni di Billy Corgan, che non perde occasione per rivangare il passato e lanciare accuse. L'ex frontman si dichiara "stanco di combattere le Britneys", deluso dalla deriva pop assunta a suo parere dal mondo musicale.
Nel 2001 esce il greatest hits "Rotten Apples", e dopo una collaborazione con i New Order per l'album "Get Ready" (2001) e per una serie di date live, alla fine dell'anno, Corgan fonda gli Zwan con Jimmy Chamberlin e i chitarristi David Pajo e Matt Sweeney, a cui si unirà in seguito Paz Lenchantin, ex-A Perfect Circe, al basso. Il loro unico album, "Mary Star Of The Sea", esce nel 2003 ma non raggiunge il successo sperato, e la band si scioglie, anche a causa di dissidi interni.
Dopo il fallimento del progetto Zwan, attraverso il suo sito ufficiale, Billy Corgan rivela quelli che a suo parere sarebbero stati i veri motivi dello scioglimento degli Smashing Pumpkins: la tossicodipendeza di D'Arcy e l'ingratitudine di James Iha, anche se ha poi parole di affetto per il vecchio compagno d'avventura.
La carriera solista del cantautore stenta a decollare e il suo primo album esce solo nel 2005. Intitolato "TheFutureEmbrace", contiene 12 tracce dominate da un mood malinconico e crepuscolare e da un largo uso di sintetizzatori e sequencer, ma è destinato a non riscuotere particolare entusiasmo. Il giorno stesso della pubblicazione, il performer acquista un'intera pagina del quotidiano Chicago Tribune per dichiarare la sua intenzione di riunire il suo vecchio gruppo.
Nel 2007, attraverso un MySpace Bulletin, il frontman annuncia il ritorno, insieme a Jimmy Chamberlin, mentre James Iha, dalle pagine di Rolling Stone, smentisce la sua partecipazione al progetto, così come la stessa Melissa Auf der Maur. La band inaugura la nuova stagione il 22 maggio al Grand Rex Theatre di Parigi, prima di partecipare ad alcuni festival a giugno – tra cui l'Heineken Jammin' Festival di Venezia – e di calcare i palcoscenici americani con le nuove canzoni di "Zeitgeist", in uscita il 10 luglio.