Tina Turner

Tina Turner: ultimi video musicali

Nutbush City Limits

Video Musicali

The Best

Video Musicali

Foreign Affair

Video Musicali

Love Thing

Video Musicali

Addicted To Love

Video Musicali

What You Get Is What You See

Video Musicali

We Don't Need Another Hero

Video Musicali

What's Love Got To Do With It

Video Musicali

Tina Turner

Una bomba sexy nella storia del soul: grinta, potenza vocale e due gambe lunghe un chilometro fanno di Tina Turner una vera e propria icona fra le cantanti. E non solo nel genere soul.
Comincia tutto il 26 novembre del 1938, a Nutbush, in Tennessee, quando la piccola Tina viene al mondo e lancia il suo primo acuto (in realtà, i genitori la chiamano Annie Mae Bullock: Tina è un nome d'arte).
La futura tigre del palcoscenico comincia a cantare sul serio quando è adolescente e i risultati non tardano a venire: a soli 18 anni entra come corista nella band capitanata da Ike Turner e nel giro di 2 anni ne diventa la cantante solista, motivo principale di attenzione da parte del pubblico e della critica.
Il matrimonio fra Tina e Ike non fa che aumentare l'attenzione sul loro sodalizio artistico, ma mentre sul palcoscenico i due scrivono ottime pagine di musica, nel privato portano avanti una relazione burrascosa. Alla fine, a metà degli anni '70, il divorzio sembra essere la soluzione migliore.
Prima di quel giorno, però, Tina Turner ha già lasciato la band e si è concessa qualche soddisfazione solista. Una di queste è certamente la partecipazione a "Tommy", versione cinematografica dell'opera rock degli Who (interpreta la Acid Queen in un'apparizione piena di energia e provocazione).
La vera e propria carriera solista comincia con l'album "Rough" (1978), ma la fine degli anni Settanta sembra non promettere grandi cose.
Invece, nel 1984 Tina Turner pubblica "Private Dancer" e avvia una seconda giovinezza musicale (soprattutto grazie al singolo che dà il titolo all'album, a "What's Love Got To Do With It", a "Better Be Good To Me" e alla cover di Al Green "Let's Stay Together").
L'anno successivo è ancora un film a riportarla nella zona calda delle classifiche: si tratta di "Mad Max – Oltre La Sfera Del Tuono" (1985), in cui Tina Turner recita e canta "We Don't Need Another Hero".
Sull'onda dell'entusiasmo, il successo sorride anche ai due album successivi ("Break Every Rule" del 1986 e "Foreign Affair" del 1989).
Gli anni successivi, però, segnano un rallentamento dell'attività musicale, anche se i fan hanno modo di saziarsi fra greatest hits, registrazioni live e ristampe dei vecchi dischi. Infine, l'arrivo del nuovo millennio coincide con l'annuncio del ritiro dalla scena musicale.