Tiromancino

Tiromancino: ultimi video musicali

Il Punto

Video Musicali

Bruciare

Video Musicali

Senza Cuore

Video Musicali

Dove tutto è a metà

Video Musicali

L'ultimo treno della notte

Video Musicali

Tra di noi

Video Musicali

Piccoli miracoli

Video Musicali

Mai saputo il tuo nome

Video Musicali

Tiromancino

Il romanticismo made in Roma.
Capitanati da Federico Zampaglione (voce e chitarra), che, come solista, ha più volte collaborato con Marina Rei, Alex Britti e Daniele Silvestri, i Tiromancino nascono nel 1989 e nel corso degli anni '90 sfornano quattro LP dal taglio sperimentale, sospesi tra forma-canzone e sonorità eclettiche e poco tradizionali. "Tiromancino"(1992), "Insisto" (1994), "Alone Alieno" (1995) e "Rosa Spinto" (1997) vedono parecchi cambi di formazione (nel 1993 arriva Francesco Zampaglione, fratello di Federico, alla chitarra e l'anno successivo Laura Arzilli al basso) e una lunghissima attività live nei club italiani, che fa loro conquistare un pubblico ristretto ma affezionato.
Ma è il Nuovo Millennio che fa entrare il nome della band di Zampaglione nella storia del rock nostrano. A marzo 2000 infatti esce "La Descrizione Di Un Attimo", album che vede il loro ritorno sulle scene dopo un periodo difficile. Non passa certo inosservata la collaborazione di Riccardo Sinigallia che li fa piazzare al secondo posto della sezione giovani al cinquantesimo Festival Di Sanremo. La canzone è la bellissima "Strade", che diventa subito un tormentone fra radio e TV musicali.
Nei due anni successivi alla pubblicazione del disco (nel frattempo giunto al platino) segue un'intensissima attività live che raggiunge il culmine in due occasioni: la prima è quando Zampaglione e compagni si impongono anche all'estero suonando di spalla ai Morcheeba nel tour in Spagna e Portogallo. La seconda arriva nel marzo 2001, quando partecipano per la prima volta al Brand:New Tour organizzato da MTV.
Le immagini da silver screen che si percepiscono nell'ascolto dell'LP non tardano a trasformarsi in qualcosa di più concreto quando nell'estate 2001 scoppia il fenomeno Tiromancino grazie al singolo "Due Destini", colonna sonora del film "Le Fate Ignoranti", con Stefano Accorsi e Margherita Buy.
Ormai è solo strada in discesa: vincono il premio come Miglior Gruppo agli Italian Music Awards e al PIM, piovono i riconoscimenti del Festival Di San Marino, del Festival Delle Etichette Indipendenti e dei Tribe Awards, arriva la nomination come Best Italian Act agli MTV Europe Music Awards. Il cinema li chiama ancora per mettere mano alla colonna sonora di "Paz!", il film sul disegnatore-fumettista-genio Andrea Pazienza: il risultato è "Com'è Profondo Il Mare", insieme all'autore originale della canzone, Lucio Dalla.
Proprio quando sembra che la band romana abbia raggiunto il meritato riconoscimento di critica e di pubblico, nascono dissensi fra Federico e Sinigallia che portano all'abbandono della formazione da parte di quest'ultimo, della Arzilli e di Francesco Zampaglione. Tiromancino va avanti inizialmente come one-man band, poi a Zampaglione si affiancano nuovi musicisti, tra cui il batterista Piero Monterisi e il pianista-tastierista Andrea Pesce, collaboratori di lunga data, e Luigi Pulcinelli, che si occupa dell'elettronica.
La rinata formazione comincia i lavori a un nuovo disco, "In Continuo Movimento", che esce a metà ottobre 2002, anticipato dal singolo "Per Me È Importante". Il brano diventa subito uno dei preferiti dei maggiori network musicali grazie anche al un video diretto dagli specialisti dell'animazione in 3D Direct2Brain.
Nel 2003 i Tiromancino sono impegnati in un tour che tocca numerose città italiane ed europee. In più, il video di "Per Me È Importante" vince il premio come Miglior Video Di Animazione ai Digital Awards di Bologna, poi il gruppo riceve nuovamente la nomination come Best Italian Act agli MTV European Music Awards e quattro nomination e la vittoria come Miglior Testo agli Italian Music Awards. Passa un anno e a ottobre esce "Illusioni Parallele", prodotto da Zampaglione, Pesce e Pulcinelli con la collaborazione di Lorenzo Amurri. Oltre alla novità dell'utilizzo di strumenti elettronici anni '70, tra cui il Moog e il piano Rhodes, nel brano "Verso Nord" debutta Nicole Pellicani, nuova voce femminile del gruppo. Ma il CD vede anche la collaborazione del padre di Zampaglione, professore di storia e filosofia, alla stesura dei testi di alcuni brani, e di Manuel Agnelli.
Nel 2005, in attesa dell'uscita del loro primo best of (che comprende anche tre inediti e due brani storici riarrangiati, "Amore Amaro" e "Conchiglia"), i Tiromancino sono in giro per l'Italia con l'Illusioni Parallele Tour; la formazione è composta, oltre che da Zampaglione, Monterisi, Pulcinelli e Pesce, da Santi Pulvirenti alla chitarra ed Emanuele Brignola al basso.
Zampaglione dedica il 2006 alla preparazione del suo film di debutto nel ruolo di regista. Nel 2007 esce infatti "Nero Bifamiliare", un noir ambientato nella Capitale, e ovviamente la colonna sonora non poteva che essere dei Tiromancino. I brani della soundtrack entrano a far parte, insieme a nove inediti, dell'album "L'Alba Di Domani" (il primo singolo è proprio la title track).