Toni Braxton

Toni Braxton: ultimi video musicali

Hands Tied

Video Musicali

Make My Heart

Video Musicali

Yesterday (feat. Trey Songz)

Video Musicali

Yesterday

Video Musicali

Woman

Video Musicali

Hurt You

Video Musicali

Long As I Live

Video Musicali

Deadwood

Video Musicali

Toni Braxton

È caduta e si è rialzata più volte. Sempre grazie alla musica. Toni Braxton è nata nel 1967 a Severn, nel Maryland, dove suo padre svolgeva le funzioni di predicatore nella locale chiesa. È per questo motivo che Toni, con le sue quattro sorelle, non ha conosciuto la pop music fino a quando non ha cominciato a guardare Soul Train in tv, di nascosto dal padre. Ma questo papà tutto d'un pezzo è stata anche la fortuna delle sorelline Braxton, che hanno cominciato ben presto a cantare nel coro della chiesa, esercitando così le loro sublimi corde vocali.
Nel 1990 le cinque sorelle firmano il loro primo contratto con la Arista, ma il singolo "The Good Life" uscito sotto il nome di le Braxton non riscuote grosso successo. Poco male perché il talento era evidente e l'Arista da una seconda chance al quintetto: nel corso di un'audizione per la neonata label LaFace Records il produttore Kenneth "Babyface" Rogers rimane colpito dalle doti di Toni e le fa capire chiaramente che vuole provare un progetto solista con lei. E così Toni diventa la prima donna a firmare per la label e a pubblicare due singoli: "Love Shoulda Brought You Home" e un duetto proprio con Babyface chiamato "Give U My Heart". Il disco d'esordio, intitolato "Toni Braxton" esce poco tempo dopo, nel 1993.
I singoli "Another Sad Love Song" e "Breathe Again" scalano le classifiche (sono oltre due milioni le copie vendute, e le valgono l'appellativo di nuova Whitney Houston) e il successo non sembra fermarsi nemmeno nel 1994 quando escono le hit "Seven Whole Days", "You Mean The World To Me", "How Many Ways" e "I Belong To You".
Giunta all'apice del suo successo con la conquista di un Grammy Award Toni ritorna in studio e si mette al lavoro per il suo secondo album, "Secrets" che esce nel 1996 e al quale partecipa non solo come interprete ma anche come produttore e autrice dei testi. Nonostante le novantadue settimane in classifica la musica sembra andarle stretta e nel 1997 Toni si butta anche nella carriera di attrice, ma il progetto deve essere rimandato per alcuni problemi di programmazione. È purtroppo solo il primo avviso di un momento difficile per la sua carriera che giunge appena dopo essere stata nominata Female Rhythm & Blues Artist Of The Year ai Billboard Awards del 1997: probabilmente consigliata male, nel dicembre 1997 intraprende un braccio di ferro legale con la sua casa discografica per cercare di sciogliere ogni vincolo contrattuale. Purtroppo la battaglia legale le costa un sacco di soldi e Toni rischia di finire sul lastrico per bancarotta.
La rinascita è il segno del destino: Toni ottiene la parte nel musical "Beauty And The Beast" e nel 1999 le questioni legali si risolvono con il ritorno di Toni in studio per le registrazioni del suo terzo album "The Heat" che esce nel 2000 e contiene "Just Be A Man About It" in duetto con Dr. Dre. "He Wasen't Man Enough" scala le classifiche R&B e, nonostante l'album non venda come i precedenti, è il segno che Toni è tornata. Il ritrovato successo si accompagna anche alle gioie private, visto che nell'aprile del 2001 Toni convola a nozze con Keri Lewis: nonostante la dolce attesa Toni trova anche il tempo e le energie per lavorare a "Snowflakes", completamente prodotto dalla coppia Toni e Keri.
Le cure per il suo piccolo figlio rallentano inevitabilmente la carriera di Toni ma nel 2002 è pronta a interpetare il ruolo di Shonda in "Play'd" e per cominciare le registrazioni del suo quinto disco "More Than A Woman". Nel 2003 Toni è di nuovo mamma e tralascia l'attività discografica per dedicarsi ancora una volta a Broadway, interpretando Aida nell'omonimo musical. "Ultimate Toni Braxton" è la raccolta che esce nello stesso anno, con due bonus track inedite come "Whatchu Need" e "The Little Things".