Trivium

Trivium

I Metallica del nuovo secolo?
Le radici del gruppo vanno ricercate a Orlando, Florida, nel 2000, quando il giovane cantante e chitarrista Matt Heafy viene notato dai membri di un'altra band durante un'interpretazione infuocata ad un concerto scolastico di "Self Esteem" degli Offspring.
Heafy viene subito ingaggiato e così nascono i Trivium. Il nome deriva dalla parola latina che in passato indicava le tre materie (grammatica, retorica e logica) alla base dell'insegnamento, e rappresenta la volontà della band di porsi in maniera aperta di fronte a differenti stili musicali, per poi sommarli in qualcosa di personale.
Il loro potente sound, infatti, s'ispira al classico thrash metal degli anni '80/'90 (primi Metallica, Slayer, Pantera) e lo riaggiorna con forti elementi di metalcore e progressive metal.
Dopo un paio d'anni segnati da numerosi cambi di formazione e incessanti esibizioni live all'interno della scena metal della Florida, il gruppo, con il bassista Brent Young e il batterista Travis Smith ad affiancare Heafy, registra a inizio 2003 il primo demo di alta qualità. Un lavoro autofinanziato e registrato con pochi soldi, ma che è sufficiente a convincere la label tedesca Lifeforce Records a metterli sotto contratto in vista del debut album. A fine 2003 esce infatti "Ember To Inferno", primo assaggio in decibel dell'ancora giovanissimo terzetto statunitense.
Seguono, dopo la pubblicazione del disco, altri cambi di formazione, fino a quando, nell'estate 2004, giusto appena in tempo per andare in tour con i Machine Head, la band sembra trovare la quadratura definitiva, grazie all'ingresso del chitarrista Corey Beaulieu e del bassista Paolo Gregoletto.
È con questa nuova line-up che i Trvium, firmato un contratto con la Roadrunner, entrano in studio di registrazione, e in marzo pubblicano il secondo album, "Ascendancy": più potente (anche grazie all'apporto di Beaulieu) e complesso di "Ember To Inferno", è il disco che lancia definitivamente Heafy e soci nel novero del nuove band metal che contano.
Alla pubblicazione di "Ascendacy" segue un lungo periodo che li vede impegnati dal vivo, soprattutto negli Stati Uniti e in Gran Bretagna, dove partecipano a festival e raduni importanti come il Roadrage e l'Ozzfest. Con il 2006 il gruppo si rimette al lavoro e inizia a registrare nuovo materiale, senza però abbandonare minimamente l'intensissima attività live, che alla fine dello stesso anno lo porta a esibirsi come band di supporto al tour dei 'maestri' Iron Maiden.