TV On The Radio

TV On The Radio: ultimi video musicali

Will Do

Video Musicali

Dancing Choose

Video Musicali

Golden Age

Video Musicali

Test Pilot

Video Musicali

Trouble

Video Musicali

Careful You

Video Musicali

Happy Idiot

Video Musicali

TV On The Radio

Ribaltare le prospettive, dilatare la creatività, provare nuove strade senza perdere di vista la facilità. Non sono cose facili, ma ai Tv On The Radio non interessa la solita musica. Avete mai immaginato di combinare insieme punk e afro?
La band, inizialmente un duo, si forma a Brooklyn nel 2001, per opera del vocalist Tunde Adebimpe e del polistrumentista/producer David Andrew Sitek. Oltre che musicisti, tutti e due sono artisti visuali: Abedimpe è laureato alla facoltà di cinema della New York University e specializzato in animazione stop-motion, ma è anche pittore, così come Sitek, che ha lavorato alla produzione dell'album "Fever To Tell" degli Yeah Yeah Yeahs.
I due si incontrano quando Andrew va ad abitare nel palazzo in cui vive Tunde; uno ascolta le registrazioni dell'altro e si accorgono che se lavorassero insieme potrebbero sfornare qualcosa di veramente originale. La catastrofe dell'11 settembre 2001 e le sue conseguenze, cioè un grande disagio politico e un senso di apocalisse incombente a cui dare spiegazioni, sono l'evento clou attorno al quale i due costruiscono il gruppo. Le loro radici affondano nel sound di Pere Ubu, Pixies, Fall...
Alle loro session si unisce anche Jason Sitek, il fratello di Andrew, che suona la batteria e altri strumenti: ne esce un omonimo Cd demo di 24 tracce che viene prodotto dalla piccola etichetta Brooklyn Milk. La loro musica è un curioso mix di post-punk, elettronica e influenze atmospheric che subito si distingue per la personalità, la creatività, la ricerca di soluzioni innovative e l'espressività fragile della voce di Tunde.
Jason lascia la band temporaneamente, per unirsi ad altri progetti musicali, ma torna all'ovile nell'estate del 2003 per la registrazione dell'Ep "Young Liars", che ospita Brian Chase e Nick Zinner degli Yeah Yeah Yeahs, per la Touch & Go. Il lavoro ottiene un caloroso riscontro critico e le migliori riviste ne osannano la complessità strutturale e culturale che si nasconde dietro l'accessibilità d'ascolto. I TV On The Radio aggiungono alla loro formazione il chitarrista/vocalist Kyp Malone per il tour dell'autunno; il materiale registrato è già molto e la Touch & Go convince i quattro a chiudersi di nuovo in studio per mettere a punto il primo full-lenght, ormai attesissimo dalla critica, dopo il successo dell'Ep.
"Desperate Youth, Blood Thirsty Babes" esce nei musicstore nel marzo 2004 e non tradisce le attese: è un opera più ambiziosa dell'assaggio precedente, più dark più densa e profonda, con la voce di Abedimpe che è già un marchio. I testi esplorano i problemi razziali e la cultura black; beat marziali, vocalizzi afro, texture fitte, basso fuzz e influenze di psychedelic soul, jazz, doo woop innestate in un sano rock indie sono l'alchimia inedita che fa dell'esordio dei TVOTR un successo sorprendente, che fa urlare al capolavoro da parte di alcune testate musicali.
Il tour che segue – durante il quale si esibiscono anche al fianco di Pixies e The Faint - li conferma come uno dei gruppi pi cool del momento e uno dei fenomeni musicali più innovativi e originali degli ultimi anni. Nel frattempo, fra una tappa e l'altra, licenziano l'EP "New Health Rock", che la rivista inglese NME non esita a eleggere come "Single Of The Week".
Nel settembre 2005 Sitek e soci pubblicano sul loro sito il singolo scaricabile gratuitamente "Dry Drunk Emperor", dedicato alle vittime dell'uragano Katrina con l'intento di comunicare il loro supporto e la loro vicinanza a coloro che sono stati coinvolti nella tragedia.
La febbre intanto sale, perché il gruppo annuncia il ritorno in studio di registrazione per dare un seguito all'acclamato "Desperate Youth, Blood Thirsty Babes": ospite d'onore durante le session è il Duca Bianco David Bowie, fan sfegatato dei TVONTR fin dal loro esordio (gli ha eletti come sua nuova band preferita insieme agli Arcade Fire), impegnato a dare il suo contributo vocale per un pezzo dell'album.
L'attesa per ascoltare la seconda prova della band newyorchese termina alla fine di giugno 2006, quando esce nei negozi "Return To Cookie Mountain", il disco della maturità artistica. Un album nel quale si sente il lavoro svolto negli anni dalla band che è finalmente riuscita a dar vita a una creatura compiuta al 100% che non dà più la sensazione che manchi qualcosa (come invece accadeva peri capitoli precedenti).
Un periodo di silenzio in cui i membri collaborano con gente importante e poi il gruppo si rimette al lavoro. A settembre del 2008 esce "Dear Science", un album che il gruppo stesso definisce come il più dance della sua produzione. Tra gli 11 pezzi che si muovono ognuno in una direzione diversa, si trova la chicca "Province" in cui appare David Bowie" in persona, una delle figure di riferimento per il gruppo.