Ugly Kid Joe

Ugly Kid Joe
  • Rock, Hard Rock, Pop-Metal, Funk Metal, Hair Metal, Heavy Metal
  • Brutti, cattivi e maledettamente simpatici. Gli Ugly Kid Joe (il nome nasce come risposta ironica alla [... altro]

So Damn Cool

Brutti, cattivi e maledettamente simpatici.
Gli Ugly Kid Joe (il nome nasce come risposta ironica alla band metal Pretty Boy Floyd) si formano a Isla Vista, California, e sono composti dal cantante Whitfield Crane, dai chitarristi Klaus Eichstadt e Dave Fortman, dal bassista Cordell Crockett e dal batterista Mark Davis. La loro musica, un pop-metal limpido e spassoso, mescola a tocchi funky e riff ben piazzati una massiccia dose di umorismo.
A lanciarli è il loro singolo di debutto, "Everything About You" (sorta di canzone manifesto), che entra nella Top Ten statunitense e permette all'EP che la contiene, "As Ugly as They Wanna Be", di superare il tetto record (per un mini-LP) delle 400.000 copie vendute.
L'album d'esordio, "America's Least Wanted", esce nel 1992 e contiene un altro singolo che scala le classifiche: la cover di "Cats In the Cradle" del songwriter newyorchese Harry Chapin. Il disco, la cui copertina raffigura una statua della libertà stilizzata con il dito medio alzato, ottiene anch'esso un buon riscontro di pubblico, lanciando a livello internazionale il rock potente, scanzonato e consapevolmente superficiale del quintetto statunitense.
Di torno dal lungo tour di supporto all'album, il batterista Mark Davis lascia per metter su famiglia e consegna le bacchette a Shannon Larkin. "Menace To Sobriety", il secondo lavoro in studio, arriva nell'estate del 1995: nonostante la formula rimanga intatta e la critica sembri apprezzare ancora, il disco non ripete l'exploit di "America's Least Wanted", inducendo la Mercury Records a non rinnovare il loro contratto.
Il gruppo, ritrovatosi senza casa discografica, si rimbocca così le maniche e decide di fare tutto da sé autoproducendosi. Gli sforzi sono però vani, perché il lavoro successivo, "Motel Calfornia", pubblicato alla fine del 1996, passa pressoché inosservato inducendo la band allo scioglimento l'anno successivo.