Vincenzo Da Via Anfossi

Vincenzo Da Via Anfossi
  • Milano a mano armata.Vincenzo Da Via Anfossi è una piccola grande icona dell'hip hop underground meneghino [... altro]

Milano a mano armata.
Vincenzo Da Via Anfossi è una piccola grande icona dell'hip hop underground meneghino e nazionale. Membro della Dogo Gang (la famiglia 'allargata' dei Club Dogo), l'immaginario del massiccio rapper – cinematografico anche nell'aspetto - si riallaccia allo stesso impasto di noir metropolitano e ordinaria malavita raccontato con efficacia dalla crew milanese. Lo stile di Vincenzo è quello del cantastorie disincantato che dipinge trame di vita vissuta nelle case popolari bazzicate da pusher e sfruttatori, un mondo governato da leggi non scritte e codificato da un gergo per cui i fogli viola sono le banconote da 500 euro, i ferri sono pistole e i compari tra di loro si chiamano tutti 'zio'.
Fin da giovanissimo Vincenzo coltiva una grande passione per le rime che sfoga partecipando attivamente ai live e ai dischi dei Dogo, show pieni di energia durante i quali il rapper aggredisce il microfono e ruggisce le sue strofe mai banali con un flow ruvido e implacabile. E appena può si toglie la soddisfazione di sfornare pezzi in proprio, spesso veri e propri cult come "9mm", 3 minuti abbondanti di rime micidiali entrate di diritto nella storia dell'hardcore italiano.
Nel 2007 Vincenzo partecipa con un featuring pesante a "Puro Bogotà", forse il brano migliore dell'album "Vile Denaro" dei Dogo. Finalmente all'inizio dell'anno successivo, dopo anni di gavetta, per l'MC arriva l'attesissimo disco d'esordio, "L'ora D'Aria", a cui fa seguito un tour promozionale, spesso in compagnia di Marracash, altro talentuoso rapper fuoriuscito dal clan Dogo.