Wiley

Wiley
  • A tutto grime. Siamo di fronte ad un artista tutto fare. Nonostante la giovanissima età Wiley Kat, all'anagrafe [... altro]

A tutto grime.
Siamo di fronte ad un artista tutto fare. Nonostante la giovanissima età Wiley Kat, all'anagrafe Richard Kylea Cowie, è una delle personalità più di spicco del panorama rap inglese. Nasce ad East London il 19 gennaio 1979 e si appassiona fin da ragazzo alla cultura hip-hop rap in tutte le sue sfaccettature. Il versante musicale è sicuramente quello che più interessa a Wiley. Alla fine degli anni '90 comincia a crearsi un nome nel suo quartiere, per poi entrare a far parte dei Pay As You Go con i quali conquista discreto successo in patria. Produce anche con lo pseudonimo di Phaze One Nicole's Groove e appare in numerose produzioni discografiche di svariati artisti. La voglia di emergere lo porta a registrare numerosi vinili che si preoccupa di distribuire direttamente nei negozi di dischi del Regno Unito, percorrendo moltissimi chilometri in lungo e in largo la nazione. Il botto nell'underground arriva con "Eskimo" prodotto che vende moltissime copie e spalanca numerose porte all'artista. I nomignoli per il ragazzo tutto fare si sprecano: a lui stesso piace cambiare spesso nome, tra i più noti Eskiboy che segnerà la nascita di un nuovo genere, l'Eski appunto. Colleziona numerose apparizioni radiofoniche presso la East London Pirate Radio, lanciando pezzi grime (genere quasi sconosciuto all'epoca) e dimostrandosi estremo intenditore e pioniere del genere. Col suo danzereccio mix tra rap, musica elettronica, club beat e sfaccettature indie hip-hop marcatamente UK, Wiley patrocina numerosi eventi underground: è facile incontrarlo a contest di MC, beatbox e breakdance. Nel frattempo lascia la sua prima formazione per entrare a far parte dei Roll Deep. Il costante impegno nell'ambiente lo consacra ufficialmente 'padre del grime', leadership confermata dalla fondazione nel 2007 della sua etichetta discografica, la Eskibeat Recordings. Nel 2008 sono noti cinque progetti artistici che coinvolgono l'artista, ed è atteso per l'inizio del 2009 il suo nuovo lavoro in studio, il quarto come Wiley, intitolato "Race Against Time, oltre ad una produzione indipendente che esce nel maggio 2008 dedicata al suo genere massimo, intitolato "Grime Wave". Un vero ciclone artistico, difficile da fermare: ci prova nel 2007 annunciando il suo ritiro dalla scena ma la voglia di fare musica lo porta a ripensarci qualche mese più tardi.