Zwan

Zwan
  • Neo-Prog, Dream Pop, Noise Pop, Indie Rock, Neo-Psychedelia, Alternative Pop/Rock, Alternative/Indie
  • Appellativi bizzarri, un cervo al basso, nomi mutevoli, un sito minimal pop figlio dei fiori. E tonnellate [... altro]

Appellativi bizzarri, un cervo al basso, nomi mutevoli, un sito minimal pop figlio dei fiori. E tonnellate di rock.
Tutto questo non è altro che la nuova band di Billy Corgan, voce, chitarra e zucca pensante degli estinti Smashing Pumpkins. La band di Chicago, fondamentale nel rock degli anni Novanta, implode per eccesso di ruggini e acidi interni nel dicembre del 2000. Libero dall'asfissia degli Smashing, Corgan può finalmente (dopo un cameo nei New Order) mantenere una promessa fatta dieci anni prima a Matt Sweeney, chitarrista ex Chavez e Skunk: formare una band insieme. Con loro ci sono il batterista Jimmy Chamberlin, reduce anch'esso dallo sfascio degli Smashing, e il bassista David Pajo (già negli Slint e nei Tortoise).
Le cassandre si accaniscono prevedendo rapida morte per l'ensemble, che da parte sua si diverte un mondo a non far sapere nulla di sé, concedendo solo informazioni scarne e strampalate (a questo punto, comincia a girare un'immagine dei quattro con Pajo ritratto come un cervo).
16 novembre 2001, Glass House di Pomona, California: debuttano dal vivo i The True Poets Of Zwan. Seguono alti tre concerti, poi i Djali Zwan (sono sempre loro) si imbarcano in un altro mini tour nel Midwest, durante il quale si presentano con una scaletta di pezzi nuovi, completamente diversi da quelli dei primi show.
Per qualche mese non si fanno più vedere, poi nell'aprile del 2002 ricompaiono come Zwan? con una formazione modificata: entra la bassista degli A Perfect Circle Paz Lenchantin e Pajo slitta alla terza chitarra. Il sound – era inevitabile, si parla pur sempre di Bily Corgan - vira deciso verso il rock . Ancora concerti dal vivo, ancora canzoni completamente nuove (si arriva, in totale, a quota 45 pezzi, una mole enorme di materiale per una band neonata) e mucchi di cover.
In estate arriva il momento di chiudersi in studio e incidere il primo disco. Gli Zwan (cade anche il punto interrogativo) si occupano anche della soundtrack del film "Spun" di Jonas Akerlund, poi tornano ancora sul palco per un set di date a Chicaco. A novembre, finalmente, dal sito della band si levano le note del singolo "Honestly", antipasto dell'LP "Mary Star Of The Sea" previsto per gennaio del 2003. A seguire, ovviamente, un bel tour: Giappone ed Europa (a Milano il 20 febbraio).
Bentornato Billy.